Darren Aronofsky e l’armonia del tutto

La nuova rubrica “Dall’altra parte dello schermo” si inaugura ancora, stavolta non parliamo di attori, ma bensì di registi.

Ce ne sono alcuni a cui siamo più affezionati, quelli dove in ogni film che ti ritrovi a guardare trovi un qualcosa che ti colpisce e resta impresso, per me uno di questi è Mr. Darren Aronofsky.

Darren-Aronofsky-winning--006

Voglio fare una distinzione però, distinzione dei periodi della sua carriera, tra il prima e il dopo, prendiamo come punto di riferimento Il cigno nero (Black Swan), e cataloghiamo il BB (Before Black Swan) e AB (After Black Swan)

Il Darren di cui mi sono innamorata è quello del BB, di quelle pellicole così viscerali che ti aprono la mente, scavano dentro con ferocia e riportano tutto quello che trovano in superficie, e devi essere tu poi a rimettere a posto i tasselli al posto giusto, o dove credevi che fosse il posto giusto.

Darren-Aronofsky-IMDb

Perchè questo è l’effetto che hanno avuto su di me le sue creazioni, facendomi mettere in discussione me stessa e la vita in genere, e non c’è niente di più giusto di questo.
Trovare un qualcosa che ti faccia riflettere e percorrere strade diverse dalle usuali, incuriosirti o analizzare sotto altre prospettive il quotidiano.

locandinaI suoi primi 3 film, Pi greco – Teorema del delirio (dove viene premiato con l’Independent Spirit Award per la miglior sceneggiatura d’esordio), Requiem for a Dream, e The Fountain, sono a modo loro lettere d’amore all’umanità…
Nella prima pellicola troviamo l’armonia, i numeri e l’universo, la seconda analizza le ossessioni, le dipendenze e l’umanità in generale, e la terza la dedica all’amore, la vita e la fede.
In sintesi il tutto, per questo credo che questo ciclo sia da considerare separatamente dal secondo.

I primi film di Aronofsky diversamente dagli altri inoltre, sono produzioni a basso budget e utilizzano montaggi estremamente serrati con inquadrature molto brevi, stile videoclip.
Un esempio? Mentre mediamente un film ha 600-700 tagli,  Requiem for a Dream ne ha circa 2000.

requiemRequiem for a Dream, famoso nel cinema indipendente diventa un film cult, lasciandoti dopo la visione con un senso di
disorientamento tremendo, anche a causa della meravigliosa colonna sonora di Clint Mansel (usata a sproposito nel cinema di oggi) che ci accompagna durante la visione, e non fa altro che accrescere l’ansia in modo esponenziale.

Forse tornerò a parlare di questa pellicola che è uno dei miei film preferiti di sempre, anzi togliamo il forse.

The-Wrestler-2008Nel secondo ciclo, troviamo Il cigno neroThe Wrestler (Leone d’oro alla 65ª edizione del Festival di Venezia) e Noah, un film che Darren dice di voler fare da quando aveva 13 anni.

Nel cigno nero Darren ci racconta delle paure umane, la pazzia e la passione, stessi argomenti che troviamo anche in The Wrestler, e persino in Noah se non ci facciamo distrarre dalla trama religiosa.

Bei film senza dubbio, ma è come se mancassero di qualcosa, eppure sono questi che gli hanno portato maggiore notorietà.

Aronofsky rimane di certo un regista visionario, i suoi film hanno ricevuto innumerevoli candidature anche agli Oscar, ma spesso vengono ricordati solamente i suoi ultimi lavori, un vero peccato!

Girava voce tempo fa dovesse dirigere anche altri progetti tra cui: Wolverine, The Fighter, Watchmen, Man of Steel, Maleficient e Robocop, ma ha rinunciato, in alcuni casi per fortuna.

YearOnePosterIn pochi sanno che doveva dirigere anche un nuovo Batman, basato sul fumetto di Batman: Year One.
La scrittura venne affidata a Frank Miller,
 ma il progetto fu annullato perché la sceneggiatura aveva molte differenze dal fumetto, volevano stravolgere il tutto, chissà cosa ne sarebbe venuto fuori.
Avremo dovuto dimenticare il Batman che conosciamo per fare la conoscenza di uno tutto nuovo.
Del progetto molto ambizioso e non abbastanza convincente non se ne fece più nulla e il nuovo Batman venne affidato a Christopher Nolan, che ne ha fatto poi la trilogia che tutti noi conosciamo.

Film psicologici e introspettivi per chi ha l’indole osservatrice e curiosa, bisogna lasciarsi trasportare e catapultare nel suo mondo provocatorio e stare attenti perchè potrebbe sorprendervi.

 

 

Annunci

9 pensieri su “Darren Aronofsky e l’armonia del tutto

  1. Visto che mi sento quasi in disparte nel non farlo, ti nomino anch’io “tra i cinque miei blogger preferiti” di tutto WP.
    Non hai vinto nulla e non devi rispondere a domande che in genere prevedono risposte con un alto tasso di CHISSENE del tipo “perché fai questo? perché ti chiami così? qual’è il tuo animale guida?” (lo sai che me lo hanno chiesto davvero in un tipo di award? Volevo risponder il Vombato dal Naso Peloso o un altro animale tratto dal gioco Ravensburger “Viaggio nel Mondo degli Animali“, ma non era previsto…).
    Ti adoro, molto semplicemente.
    Sono arrivato, a questa monografia su Aronofsky, dal tuo ultimissimo post sul secondo film del geniale Darren, di cui precsio ho apprezzato tutti (TUTTI) i suoi film.
    Splendido pezzo, magari corto, perché avrei prolungato volentieri il paicere della lettura: se chi scrive (TU) scrive bene (LO FAI) non temo la lunghezza (detta csì fa tanto pornostar, ma tant’è…).
    Sto ancora metabolizzando l’articolo su “Requiem for a Dream”, bellissimo e molto acuto.

    Mi piace

    1. Ormai non faccio altro che ringraziarti, ma come si fa? Mi scrivi queste cose che davvero rianimerebbero un morto sepolto!!
      Sai ho letto di nomination dove si chiedeva “se fossi una pizza quale saresti?”…Quindi comprendo e condivido il tuo pensiero, però sono felice che tu mi abbia inserito nei tuoi 5 (e sono pochissimi) blogger preferiti!
      Avrai capito che amo Aronofsky come te, e lo so che a volte i miei articoletti sembrano corti, ma cerco di sintetizzarmi 😀
      Per Requiem prenditi tutto il tempo che vuoi, a me ci sono voluti anni per metabolizzare quel film…però mi aspetto un tuo pensiero anche li! 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...